I Top 11 della Squadra SEO del Team Seofita

Squadra SEO la Top 11 di Seofita

La stagione che sta per cominciare potrebbe cambiare le gerarchie di molti siti web sulla SERP di Google.

Negli ultimi mesi Google ha introdotto molto cambiamenti rilevanti, dal mio punto di vista, il più importante di tutti è stato Google Discover, non un semplice update, ma qualcosa di molto più grande che trasforma Google da semplice motore di ricerca ad assistente di informazioni. In questo ottica è importante pensare come ottimizzare al meglio il nostro sito web, dando sempre più importanza alla Content Curation.

Dato che tra qualche giorno partirà la stagione 2019/20 del campionato di Serie A, prendo spunto dagli analisti del calcio estivo per mettere in campo una fantomatica formazione SEO formata da 11 elementi che non possono mancare sul nostro sito web.

Una squadra di soli undici giocatori, che onestamente, è un numero insufficiente per partecipare a questa competizione, ma sufficienti per ottimizzare un sito web di una piccola o media azienda su Google.

Le regole del Campionato SEO

Penalizzazioni di Google

Ricordo ai calciofili che il Campionato SEO non va mai in vacanza e gli algoritmi di Google hanno degli arbitri molto più severi di qualsiasi disciplina sportiva. L’arbitro Moreno in confronto è un agnellino.

Qui non c’è la VAR, se vieni espulso, puoi fare ricorso contattando Google, ma nella maggior parte dei casi dovrai bere diecimila caffè per riguadagnare le posizioni perse in classifica (SERP di Google).

Per questo motivo, in questa mia singolarissima formazione SEO, nell’undici di partenza eviterò di schierare giocatori come Link Building, che ha il brutto vizio di fingere e farsi buttar fuori da Google. Quindi eviterò quegli elementi che potrebbero far correre il rischio alla mia squadra di giocare con un uomo in meno. Tradotto volgarmente nel linguaggio SEO, cercherò di stare alla larga da tecniche che potrebbero farci penalizzare (ammoniti) o addirittura bannare (espulsi) da Google.

I Top 11 del Team SEO di Seofita

Website Optimization tra i pali, il nostro compito è quello di semplificare il lavoro dei robot per indicizzare meglio le nostre pagine. Basta organizzare un alberatura ordinata delle pagine, naturalmente quest’ultime pensate per essere ottimizzate per qualsiasi dispositivo. E prestando particolare attenzione al SEO Content e all’ottimizzazione delle immagini.

Un sito web ottimizzato ci aiuterà a guadagnare posizioni sui motori di ricerca e migliorare le prestazioni di campagne a pagamento, sempre che quest’ultime vengano adottate dal coach (se previste nella strategia di web marketing).

Reparto difensivo del Team SEO

In difesa ho schierato quattro esperti della SEO, il loro compito è quello di fortificare il nostro sito web, renderlo impenetrabile da attacchi esterni, avere delle basi solide che agevolano il lavoro anche degli altri ruoli.

Web Hosting, importante scegliere un server sicuro con prestazioni adatte al progetto che stai lavorando. Non badare a spese per questo ingaggio.

Speed, nel campionato di Google la velocità è fondamentale per scalare la classifica, avere un sito veloce da qualsiasi dispositivo non ti farà perdere visite e posizioni.

Il fattore Ranking è qualsiasi elemento che influenza la posizione del sito sui motori. Quindi è importante che quando inserisci una parola chiave, Google restituisca una tua pagina web indicizzata con quel termine. Scegli i termini più adatti con un attenta analisi di mercato, il peso specifico dei contenuti farà la differenza.

CMS Ready. La scelta del CMS è fondamentale. Non esiste un CMS che va bene per tutti, dovrai scegliere la piattaforma più adatta al tipo di prodotto o servizio che vendi e mantenerla sempre aggiornata.

Il cervello della squadra

SEO Strategy

Al centro del campo Link Juice, dai modo agli utenti di trovare le informazioni che cercano dai link interni, facilita la navigazione e aumenterai le prestazioni del fattore Ranking.
Il nostro regista deve saper dialogare con tutti i reparti, in modo da offrire sempre le informazioni più pertinenti e per far trovare algi utenti gli argomenti che stanno cercando.

Social Media e Ads seguiranno le indicazioni del Mister, il quale consiglierà a loro come comunicare sui canali più adatti per il proprio target. In base alla strategia di web marketing e al tipo di prodotto o servizio che vendi, questi due jolly del centrocampo seguiranno un preciso schema di gioco (piano editoriale). Destreggiandosi in azioni di email marketing, campagne google ads e/o Facebook ads, video, blog e/o altro ancora.

A coadiuvarli ci penserà l’allenatore, in base ai risultati analitici, darà a loro le indicazioni per riuscire a creare le migliori azioni di gioco.

Il cuore della squadra SEO

Content Curation - emozioni

Al centro dell’attacco Content, con le sue storie deve emozionare il pubblico per continuare a coinvolgerlo.
Aiutati con lo storytelling, ma ricorda che dovrai comunicare nel modo giusto nel contesto in cui ti trovi.

La Content Curation diventa fondamentale per riuscire a comunicare nel modo migliore da qualsiasi canale, soprattutto quelli multimediali.

Keyword Reasearch sarà l’assist-man, l’uomo dell’ultimo passaggio in grado di suggerirti tutti i nuovi temi rilevanti per continuare a creare contenuti di qualità, mentre Voice Search è l’elemento più giovane di questa formazione. Il ragazzo promette talmente bene e, in questa stagione, potrebbe essere lui a fare la differenza in campo.

Gli altri Titolari del SEO Team di Seofita

Naturalmente in panchina scalpitano altri giocatori che meritano una maglia da titolare.
Infographics, Local Optimization, Link Building, Crisis Management, Native Advertising, PWAs sono solo alcuni dei protagonisti. La scelta dei giocatori dipende dal prodotto o servizio che vendi.

Mentre elenco i nomi del Team Seofita mi rendo conto che questo undici iniziale è insufficiente per vincere un campionato così difficile e competitivo.
Nel campionato SEO non si gioca una volta alla settimana, non si gioca undici contro undici, non partecipano solo venti squadre. La sfida è aperta h24, per molti anche su territori diversi. Quindi con siti e campagne in multilingua.

In questo torneo c’è anche il rischio di venire ammoniti o espulsi non per una giornata, ma per alcune stagioni. Quindi, per non sbagliare, inizia con la Top 11 di Seofita, poi, in base hai tuoi obiettivi, deciderai tu o se vuoi decideremo assieme (contattami per una consulenza SEO)! Quale sarà la migliore formazione per provare a conquistare il primo posto su Google.

Create your account